Memoria compressa in Windows 10

Una delle novità di Windows 10 è la gestione della memoria compressa, un meccanismo che dovrebbe fornire maggior RAM utilizzabile per i processi.

L’idea è tutt’altro che nuova, ma è sicuramente interessante per sistemi con poca RAM, anche se, secondo me, la soluzione più corretta in questi casi sarebbe quella di sgravare la RAM delle funzionalità di cache del filesystem usando la funzionalità di ReadyBoost e un buon dispositivo flash per la cache dei dati.

Per assurdo con una buona quantità di RAM, la funzione di compressione della stessa è praticamente inutile e ridondante e può sprecare prezioni cicli di processore (e introdurre una latenza nell’accesso della RAM).

Per disattivare questa gestione è possibile usare PowerShell (con i diritti di Administrator) ed il seguente comando:

Disable-MMAgent -mc

E’ necessario un riavvio del sistema.

Per riattivare la compressione, basterà il seguente comando:

Enable-MMAgent -mc

Per maggiori informazioni vedere anche questo link.

452 Total Views 3 Views Today

Questo post è stato visto 417 volte!

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Posted on dicembre 30, 2016 at 8:40 am by amauro · Permalink
In: Windows

Leave a Reply