La televisione secondo Google

Dopo aver parlato della strategia di Apple riguardo alla televisione, vediamo qual è la visione di Google.

La Google TV è una piattaforma di Smart TV sviluppata da Google e annunciata per la prima volta il 20 maggio 2010. E’ da rimarcare la parola “piattaforma”, perché a differenza di Apple non è un prodotto fatto e finito, ma la base software che può essere incorporata in soluzioni di altri vendor (come del resto è Android in campo mobile).

Nonostante il progetto finora si sia dimostrato deludente per il gruppo di Montain View, in questi giorni è stata rilasciata la nuova versione di Google TV (indicata come 2.0), dopo tanta attesa, dopo le promesse e dopo altra attesa… con una nuova interfaccia ed un nuovo sistema per la gestione e la localizzazione dei contenuti, a cominciare dall’app TV & Movies. Grazie ad essa potremo infatti includere contenuti disponibili su varie fonti, siano esse i normali programmi televisivi, piuttosto che i servizi di streaming come YouTube, Amazon e Netflix: tali contenuti possono poi essere catalogati in varie maniere, introducendo un livello di personalizzazione del tutto nuovo rispetto alle ordinarie TV. In pratica si crea un intero nuovo canale basato sulle query dell’utente, e per l’occasione sono state rinnovate anche le app di YouTube e di Google Music in modo da fornire nuove opzioni all’utente per la localizzazione di contenuti online.

Tanti cambiamenti, stesso hardware: al momento infatti i partner rimangono gli stessi di sempre, ovvero Sony e Logitech (quest’ultima in particolare aveva da poco annunciato l’update gratuito del suo Revue alla nuova versione della Google TV) in prima linea con Samsung e Vizio nelle retrovie; eventuali discorsi sui processori ARM o altri produttori sono tutti rimandati al 2012.

Alla base di questa piattaforma abbiamo Android Honeycomb 3.1. L’annuncio ufficiale snocciola i cambiamenti apportati partendo dall’interfaccia grafica, rivisitata dagli ingegneri del colosso delle ricerche al fine di renderla maggiormente semplice da utilizzare ed ancora più intuitiva. Dalla pagina principale è ora possibile accedere ai propri contenuti preferiti, mentre un apposito strumento permette di avere a disposizione in maniera veloce alle applicazioni installate all’interno della propria Google TV.

Proprio le applicazioni rappresentano la novità più interessante di tale update, il quale introduce per la prima volta la possibilità di accedere all’Android Market per installare nuove app al fine di arricchire le funzionalità a disposizione. In una prima fase sarà tuttavia necessario attendere che l’elenco si popoli di nuovi nomi, con numerosi sviluppatori impegnati a trasportare le proprie applicazioni dai dispositivi mobile alla TV. Per favorire la ricerca di contenuti, poi, un apposito strumento permetterà di accedere in un solo colpo ai database di servizi quali Netflix, Amaxon, YouTube e molti altri.

Questo post è stato visto 2535 volte!

Posted on ottobre 30, 2011 at 9:43 am by amauro · Permalink
In: Android, Generale · Tagged with: ,