Apple iPhone 5: rivoluzione, evoluzione o involuzione?

Alla fine il nuovo iPhone 5 è arrivato e si chiamerà con un numero di versione (a differenza di quanto successo con l’iPad).

Al di là ti quanto raccontato ieri all’annuncio ufficiale diventa interessante chiedersi se si tratti di rivoluzione, evoluzione o involuzione in casa Apple.

Sicuramente non è la rivoluzione… molto simile al precedente (almeno esteticamente, benché l’apparenza inganna) e con un iOS che (a discapito del numero 6) rimane abbastanza tradizione (e per certi aspetti inizia anche a mostrare i segni del tempo). Peso e spessore non possono far gridare la novità assoluta, benché siano comunque interessanti.

Evoluzione sicuramente, display più ampio (anche se in una sola direzione e comunque più piccolo di molti concorrenti), iOS più aggiornato, comparto fotografico interessante (sia fronte che retro), connettività migliorata, …

E per certi versi rappresenta anche l’involuzione di un prodotto che inizia a non mostrare più una supremazia assoluta, né tecnicamente, né (per certi aspetti) stilisticamente, rispetto ai suoi concorrenti. Tra l’altro in nome dell’innovazione si è scelto un nuovo connettore comunque proprietario (e additando scuse cusione come il fatto che il precente era analigico e questo è digitale… non basta solo dire che questo era più piccolo e basta?), ma per contro non si dotato l’apparato di un chip NFC!

E volendo si poteva mantenere la stessa forma (magari rinunciando al tasto home) in modo che pure cover, guschi, kit di navigazione e quant’altro rimanessero compatibili. Ma questo ovviamente avrebbe bloccato il mercato dei nuovi accessori. Ma in un momento di crisi, forse non era meglio, per una volta, seguire le esigenze dei consumatori?

Il tempo dirà se questo prodotto sarà un successo come l’iPhone 4S (che comunque aveva destato anche tante critiche), o l’inizio di declino. L’idea è che comunque ai fan sfegatati dell’Apple poco importi cambiare accessori o avere uno smartphone per vari versi “inferiore” ai concorrenti. E sicuramente l’essere più compatto rispetto ad altri (che oramai stanno diventando dei mini-tablet) e uno tra i più leggeri (che comunque è un peso massimo di un telefonino di 10 anni fa, quando i telefonini si limitavano a fare i telefonini) possa comunque rappresentare un aspetto interessante, oltre ovviamente all’enorme parco applicazioni del mondo iOS.

Vedere anche:

Questo post è stato visto 2517 volte!

Posted on settembre 13, 2012 at 8:11 pm by amauro · Permalink
In: Apple, Cellulari · Tagged with: 

2 Responses

Subscribe to comments via RSS

  1. Written by Alessandro Acerbis
    on 16/09/2012 at 12:09 pm
    Permalink

    Secondo me l’iPhone 5 non sarà un fallimento per il modo Smartphone firmato Apple.

    I motivi principali, a mio parere sono 2: è un gran bell’aggeggio tecnologico, costruito con ottimi materiali, affidabile e di qualità, con caratteristiche (soprattutto hardware) al di sopra della media… direi però che questo mi sembra il minimo per un oggetto che costa metà dello stipendio di un italiano medio…
    Il secondo motivo può essere individuato nel fatto che avere un prodotto Apple crea uno status!

    Confido comunque che Apple ricominci a “estrarre dal cilindro” i suoi grandi prodotti innovativi e all’avanguardia che sono stati (e sono) un grande motivo di avanzamento tecnologico!

    • Written by amauro
      on 16/09/2012 at 8:00 pm
      Permalink

      Concordo sul discorso status… per alcuni è proprio così!
      Sul fatto che sia sopra la media non direi, tecnologicamente pare essere un po’ sotto la media (in quella fascia di prezzo). Stilisticamente rimane ancora ai vertici ed è apprezzabile che sia diventato (come alcuni smartphone) un mini tablet. Da vedere quanto incide il nuovo schermo sull’autonomia (in teoria poco), considerando che già dall’iPhone4 non è elevatissima.

Subscribe to comments via RSS