Piattaforma Itanium verso il declino

Itanium e Itanium 2 sono stati i marchi commerciali di famiglie di processori Intel nati e pensati per i 64 bit, rinunciando alla classica “compatibilità con il passato”. Definiscono anche la piattaforma hardware di riferimento, comunemente indicata come IA-64.

Paradossalmente però il mercato ha premiato la “compatibilità con il passato” e l’architettura a 64 bit proposta da AMD e ri-adattata da Intel creando tra l’altro processori di successo come tutta la famiglia Xeon (dal Nehalem in poi). In questo caso si parla di architettura x64, completamente incompatibile con quella Itanium, ma compatibile con la vecchia IA-32.

Il futuro della piattaforma Itanium sembra quindi sempre più in bilico. Da un lato perché lo standard di mercato è rappresentato dalle soluzioni basate EM64T/AMD64, dall’altro (ma diretta conseguenza) perché i sistemi operativi, gli hypervisor e le applicazioni sono pensate più per il mondo x64 che per quello IA-64.

Microsoft ad esempio non ha previsto una versione Itanium per il proprio Windows Server 2012 (pur con qualche eccezione, per maggiori informazioni vedere questo post). Oracle ha cessato lo sviluppo di tutti i software per la piattaforma Intel Itanium,  dichiarando senza mezzi termini che questa famiglia di processori è ormai vicina alla morte.

Si aggiunge anche che la maggior parte dei vendor hardware hanno abbandonato questa piattarma ormai da tempo (IBM già dal 2005) lasciando di fatto solo HP a sostenere questo mercato.

Inoltre Intel cambia ancora idea sulla piattaforma Itanium di prossima generazione, tornando a rivedere la roadmap per la classe di processori Itanium di prossima generazione, prendendo atto ufficialmente del declino della domanda di mercato e del cambiamento delle esigenze dei vendor (di fatto solo HP) che ancora utilizzano questa piattaforma.

Storicamente Intel e HP hanno iniziato lo sviluppo di Itanium negli anni 90 sulla prospettiva che il chip diventasse la base dei futuri sviluppi dei computer a 64 bit. Ma nel 2003 Intel ha puntato sulla piattaforma Xeon spingendo Itanium in un ruolo di nicchia per i sistemi di fascia alta in competizione con i sistemi Power di IBM.

Ora sembra che la fine (o l’involuzione) sia vicina, magari per lasciare strada ad altre soluzioni o semplicemente per un compromesso di economia di scala e relativo guadagno.

 

Questo post è stato visto 2158 volte!

Posted on Aprile 22, 2013 at 11:00 am by amauro · Permalink
In: Generale