Windows 10 Polaris – Piattaforma universale

Microsoft sta lavorando ad una nuova versione di Windows 10 pensato per i normali PC e portali che dovrebbe puntare su un’architettura modulare ed una piattaforma universale.

In realtà, già a settembre 2017, si parlava di un Windows Core OS, una nuova piattorma del sistema operativo client caratterizzata da un’architettura modulare, in grado di rendere la piattaforma adattabile con maggiore facilità alle diverse piattaforme hardware esistenti (PC, laptop, tablet, …), ma anche per i diversi casi d’uso (ad esempio, IoT).

Windows 10 Polaris (in realtà Polaris è solo il nome in codice), sarebbe un adattamento di “Windows Core OS” per il mondo dei PC “tradizionali”. Dovrebbe essere un Windows 10 senza alcun codice legacy, ma non è ancora chiaro che tipo di compabilità avrà con le versioni “tradizioni” di Windows 10 e soprattutto le vecchie applicazioni.

In realtà già oggi esiste una versione di Windows 10 che non può eseguire codice legacy, ma solo programmi dallo store Microsoft. Si chiama Windows 10 S e ha già molte delle caratteristiche di “Polaris”.

Si potrebbe quindi pensare ad una semplice evoluzione del prodotto, ma in realtà è proprio una nuova architettura, più pulita, più efficente, più sicura.

“Questa nuova versione è realizzata interamente sulla Universal Windows Platform (UWP)”, spiega Zac Bowden su Windows Central. Tale versione perderebbe i vecchi componenti e funzionalità in favore di un sistema operativo più leggero, in grado di offrire maggiori prestazioni e autonomia sui dispositivi a batteria.

Microsoft sta lavorando per tradurre in UWP quante più impostazioni e funzioni, dal Pannello di Controllo fino ad altri componenti come i font e l’Esplora Risorse.

“Microsoft spera di avere una versione funzionante dell’Esplora Risorse moderno pronta per i dispositivi Windows Core OS entro fine 2018”, scrive Bowden, aggiungendo però che la data potrebbe subire variazioni.

E’ quindi probabile che Windows 10 Polaris e i dispositivi che lo installeranno potrebbero quindi arrivare dal 2019.

Questo post è stato visto 387 volte!

Posted on gennaio 27, 2018 at 7:34 am by amauro · Permalink
In: Windows

Leave a Reply