Amazon Kindle Fire: grande successo di strategia o flop commerciale?

Fin dal suo annuncio ufficiale, il Kindle Fire ha suscitato un grande interesse sia per il suo prezzo aggressivo che per il tenativo di Amazon di entrare nel mondo dei tablet, non solo con un e-book reader, ma con un dispositivo più generico e multi-funzione. Mossa volta forse a cercare di scalfire la posizione dominante dell’Apple iPad (anche se avevo espresso alcuni dubbi sulle reali possibilità).

I report sui profitti e le analisi delle società di ricerca specializzate pubblicati in questi giorni delineano uno scenario con i contorni non ancora definiti, ma che potrebbe far propendere per la crescita di questo dispositivo.

Nonostante non sia ancora distribuito in molti Paesi (per l’Italia ad esempio non è neppure certo che il Fire arriverà), durante i mesi passati caratterizzati dai regali natalizi è stato un vero e proprio successo, con una produzione di circa 6 milioni di pezzi nell’ultimo trimestre. Però stando a quanto riporta Digitimes, l’avvio del 2012 è attesa una produzione con un brusco calo, ma che potrebbe essere in linea con periodo post festivo.

Riguardo i profitti, seondo un’indagine condotta da IHS iSuppli a metà novembre, con un prezzo al dettaglio di 199 dollari e un prezzo di costruzione che dovrebbe attestarsi su poco meno di 202 dollari, Amazon perderebbe tra i due e tre dollari a pezzo. Ovviamente questi valori vanno contestualizzati, visto se che è vero che il prezzo di vendita è rimasto lo stesso è improbabile che quello di produzione non sia variato (di solito scende con le economie di scala e bisogna capire quanto dello sviluppo del prodotto è stato annagato in questo prezzo).

Sicuramente è un modello di business “copiato” dai produttori di console per videogiochi… tenere un margine basso (come ad esempio ha fatto Nintendo con la Wii… che poi proprio basso non era) o dichiarare di andare in perdida (come dichiaravano all’inizio Microsoft con la Xbox 360 e Sony con la PlayStation 3). Il tutto puntando ai proventi derivanti dai contenuti.

Per maggiori infomazioni leggere l’intero articolo riportato su Macity.

Questo post è stato visto 2783 volte!

Posted on Gennaio 25, 2012 at 6:54 am by amauro · Permalink
In: Android, Tablet · Tagged with: